venerdì 25 gennaio 2013

Contenuto alla deriva...mediatica

La scatola cranica posta sulle mie spalle, con il relativo contenuto, è ormai organo indipendente refrattario come un materiale inerte. Ho cercato di ripristinare un dialogo con la stessa, o quantomeno un contatto, la cosa non risulta semplice, ma l’arte diplomatica non ha abbandonato il corpo ospitante. Questo come solito preambolo, per disquisire con voi del becero, quantomeno sconfusionato circo mediatico allestito per la campagna elettorale, con addestratori, pagliacci, saltimbanchi, presentatori di ogni fatta, illusionismi  per intrattenere un pubblico, incantato ad osservar lo spettacolo. E allora venghino signori e signore venghino, accomodatevi nel parterre  d’onore, gustatevi spruzzi di democrazia, folate inebrianti di libertà, fantasmagoriche e fluenti cascate di intellettualismo culturale, poggiate le vesti sulle ideologie spolverate, sulle alchimie per tramutare i propositi propagandistici in fatti. Perché la pietra filosofale non è un sogno, e con l’abbondante piombo costruiremo ponti d’oro, per collegare le sponde della nostra ipocrisia.
P.S.
Ogni riferimento ad uso di sostanze non consone è da attribuire ad overdose mediatica, urge un derivato per la disintossicazione. ^_^

32 commenti:

  1. Hai ragione su tutto, descrivi molto bene. E' una vergogna totale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Descrivo? E' solo il vaneggiare di un corpo. ^_^

      Elimina
  2. Risposte
    1. Condivere la follia costituisce reato ;-)

      Elimina
  3. Potrei dirti, in un attimo di ottimismo, che tutto cambierà questa volta, che gli italiani sono disgustati, che non se ne può più, che ci hanno ridotti alla fame, alla disperazione, che hanno distrutto tutto quel che di buono avevamo. Invece no, non ce la faccio, ci sono ancora pensionati (hai letto bene pen-sio-na-ti) che dicono che voteranno b. che in fin dei conti non ci ha fatto stare male.
    Mon dieu!
    Disintossicazione... da cosa da chi come... urge pacchetto tre per due!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia si ripete perchè non vi è memoria, mentre i media con la circonvenzione ci sguazzano. Comunque mettere una croce non sarà comunque espressione di libertà.
      Salutoni

      Elimina
  4. condivido: dallo spettacolo mediatico sempre più spesso è bene disintossicarsi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evitare sarebbe più appropriato.
      Saluti

      Elimina
  5. ci ho messo un quadro tridimensionale :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dovresti otturarti anche naso e occhi, non frequentare persone collegate...il tutto mi sembra improbabile ;-)

      Elimina
  6. D'accordo con te, caro Mark.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono "caro", ma a buon mercato. :-D

      Elimina
  7. Come ha detto Sari, ho sentito anch'io i pensionati dire che voteranno b.
    Non so, sono anziani, dovrebbero essere saggi, aver capito come funzionano le cose.
    Bè, speriamo in bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sarò controcorrente, ma spero nel male più assoluto, Ricominciare da zero è l'unica soluzione.

      Elimina
    2. Gli anziani non sono affatto saggi.
      Sono più o meno come gli altri ma più egoisti e incattiviti dalla vita.

      Mark, ricominciare da zero è una bella idea se la guardi stando in orbita. Altrimenti c'è sempre il rischio di finire sottoterra e fungere da concime per quello che viene dopo.

      Elimina
  8. la commedia dell'arte è uno dei vanti italiani, certo se la compagnia è dilettante lo spettacolo è scadente, pur tuttavia mi sa che sia una delle ultime occasioni di farsi due risate.
    certo che il costo del biglietto è davvero esorbitante!
    (ma arriverà l'apocalisse, arriverà, eccome se arriverà!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono entrato da un porta indipendente, e non pago il biglietto, per l'apocalisse penso che per quel periodo giocherò a dadi. ;-)

      Elimina
    2. Mai considerata la commedia dell'arte un vanto.

      Elimina
  9. E' un slalom continuo fra programmi e tribune elettorali..Da un parte non ce la faccio a seguirli, dall'altra vorrei anche capire se c'è qualche contenuto, qualche speranza..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna speranza vai d'istinto, più ci provi e più il rigurgito si appropria dei nostri corpi.
      Stiamo in terapia intensiva e non solo nel nostro paese, ma ricorda questa frase...."Questo è stato un miracolo"...sarà un neologismo dale molteplici sfaccettature.

      Elimina
  10. Viviamo sotto una falsa democrazia e nella menzogna più completa, ma per fortuna guardo poco la tv.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pultroppo non basta non guardarla il suo male si diffonde nell'aria.

      Elimina
  11. Evito di guardare certe scenette in tv. Ne ho le scatole piene già al lavoro di politici...

    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accatastiamo le scatole piene e facciamone un ponte ;-)

      Elimina
  12. Mark, fai come me, porta la TV in discarica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne guardo molta di TV, ma accantonarla del tutto non mi darebbe un quadro completo.

      Elimina
    2. E' proprio quello lo scopo.
      Se pesti la cacca del cane mica la assaggi per avere il quadro completo.

      Elimina
    3. Ma se non guardi dove mettere i piedi non ti rendi conto di cosa pesti. ;-)

      Elimina
  13. Qualcuno te lo ha già detto ma io te lo ripeto; per disintossicarsi basta spegnere la tv... Io scelgo internet, qua si ha la possibilità di scegliere le notizie!.. Io faccio così e sto da Dio!
    Ciao Mark!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liberi di scegliere, mi sembra un po' azzardato, diciamo che ci sono più opzioni.
      Cia!! Cia!!

      Elimina

La critica è ben accetta perchè aiuta questo spazio nella crescita e nella trasformazione