martedì 1 novembre 2011

In Viaggio...

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sara` questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
ne' nell'irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l'anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d'estate siano tanti
quando nei porti - finalmente e con che gioia -
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d'ogni sorta; piu' profumi inebrianti che puoi,
va in molte citta` egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca -
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
metta piede sull'isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada: che cos'altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
gia` tu avrai capito cio` che Itaca vuole significare.

Kostantin Kavafis
Grazie a Daniela...mia sorella ^_^

8 commenti:

  1. Sono in montagna dalla mia mamma . Dal balcone vedo le montagne illuminate dal sole , e meravigliosi colori dell'autunno, sul mio pc questo post .
    L'ho letto due volte , l'ho rileggerò altre mille , l'ho copierò e lo regalerò alle mie figlie.
    Grazie a te e a tua sorella

    ave

    RispondiElimina
  2. Andando controcorrente dirò che Ulisse mi é sempre stato antipatico. Il suo viaggio, però, é una fantastica unica avventura. E Kavafis ha voluto certo dare alle sue parole significati di profondo aspetto umano.

    RispondiElimina
  3. splendida.
    e troppo pertinente.

    RispondiElimina
  4. Una bella e grata allegoria. Un inno alla vita
    Cristiana

    RispondiElimina
  5. ti voglio bene...e grazie per essermi stato sempre accanto in questo mio viaggio....lo hai reso possibile
    Daniela

    RispondiElimina
  6. Il viaggio,allegoria dei nostri percorsi interiori,dei nostri tentativi di conoscenza,dura tutta la vita.Itaca,punto di partenza e di approdo,alfa e omega di ogni esistenza.Grazie per questa magnifica pagina.
    Ciao

    RispondiElimina
  7. La mia Itaca ha un percorso tortuosissimo. Tra orizzonti sconfinati e tenebre in risalita. Ma non faccio nulla perché sia diverso. Credo che raggiungere Itaca comporti questo, tra gioie e dolori dare un senso alla propria vita fino alla fine.

    RispondiElimina
  8. E se una volta arrivato ti verrà voglia di ripartire?comunque bellissimo!

    RispondiElimina

La critica è ben accetta perchè aiuta questo spazio nella crescita e nella trasformazione