martedì 13 settembre 2011

Tutti contro tutti ..... "sparare lacrimogeni in paralmento"

L'amico Max di pensiero naturale mi ha chiamato al telefono e mi ha detto di andare a controllare un sito...

“Viene voglia di venire sotto Palazzo Madama a Montecitorio,  magari il giorno di ferragosto, e spararvici all’interno i nuovi lacrimogeni in dotazione così si coglierebbero due piccioni con una fava, ovvero si otterrebbe lo sgombero immediato di certi ristoranti da politici mediocri e si testerebbero su quest’ultimi gli effetti dei nuovi artifici lacrimogeni in dotazione alle forze di Polizia, la cui lesività nonostante le numerose interpellanze parlamentari, è sempre stata tenuta nascosta da Lor Signori.” Che si fa signor Presidente e signor Ministro? Veniamo a spendere il nostro buono pasto di 7 euro presso i ristoranti di Camera e Senato??

 Duro come un macigno, estrapolato da un comunicato che si sta diffondendo in rete, autore un sindacato per il coordinamento delle forze di Polizia COISP. Il documento parte con la possibilità di utilizzare i buoni pasto presso il ristorante di del Senato o a Montecitorio, per poi terminare con la parte sopra citata daldeflagrante significato.
Stiamo diventando il paese del tutto contro tutti, politica contro magistratura e viceversa, gente comune che lotta per i propri diritti contro forze di polizia, le stesse contro la politica che chiede sempre più e nulla da in cambio, banche che continuano a gonfiarsi e nessuno muove un dito, nel mezzo il malaffare che naviga beato attingendo dalle difficoltà potere e denaro. Il tutto sembra convergere verso il Caos programmato e mi ritorna in mente un articolo del CEDU.Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali :

Articolo 2 - Diritto alla vita
1. Il diritto alla vita di ogni persona è protetto dalla legge. Nessuno può essere intenzionalmente privato della vita, salvo che in esecuzione di una sentenza capitale pronunciata da un tribunale, nel caso in cui il delitto è punito dalla legge con tale pena.
2. La morte non si considera inflitta in violazione di questo articolo quando risulta da un ricorso alla forza resosi assolutamente necessario:
1. per assicurare la difesa di ogni persona dalla violenza illegale;
2. per eseguire un arresto regolare o per impedire l'evasione di una persona regolarmente detenuta;
3. per reprimere, in modo conforme alla legge, una sommossa o una insurrezione.

Mi siedo....mi guardo allo specchio...sono affranto, deluso, pensieroso quanto basta, mi sento un'estraneo. Il dibattito irrompe nelle membra, passa dai capelli ai piedi, alzo gli occhi in cielo per cercare risposte. Con i piedi cammino su questa Terra...farà quello che si dovrà fare, non sarò tra i protagonisti della fine o della rinascita, ma non mi dite che a voi non girano le palle...e ultimamente non si fermano neanche.

22 commenti:

  1. Siamo alla guerra tra poveri??? Dove chi sottopagato, pur di mantenere il proprio posto di lavorò "conterrà" chi il lavoro l'avrà perso....

    RispondiElimina
  2. E il peggio deve ancora arrivare...

    Cari saluti :)

    RispondiElimina
  3. Dona Flor dice la verità ! Una sconvolgente verità, o non ci si rende conto che siamo una massa di pecoroni che va dietro alle persone sbagliate, ormai siamo alla frutta, quando osservo dal mio negozio gente che fruga nei cassonetti della spazzatura per trovare qualcosa da mangiare , beh li ho voglia di far provare ai "signori"parlamentari se così li vuoi chiamare la stessa umiliazione !!!! perchè io Marianna Sinacori si è rotta i coglioni di vedere tutta questa povertà!!!

    RispondiElimina
  4. Caro Mark, in questi giorni sono stata senza computer e .. mi sono persa qualcosa? Adddirittura lacrimogeni in parlamento, interessante

    RispondiElimina
  5. non so Mark. L'esasperazione a cui ci stanno portando che può sfociare in violenza. Spero di no, perché non è nell'odio che si trovano le risposte che vogliamo. Certo è che trasparenza, legalità, lungimiranza, impegno, dovere, dovrebbero essere parole di sostanza e non di forma.

    RispondiElimina
  6. Stiamo camminando tutti su un filo...e su questo filo continuano a salire altri..Lì, sopra, si sta sempre più scomodi, e l'equilibrio è sempre più precario....

    RispondiElimina
  7. Il limite è stato oltrepassato, la misura è colma già da un pezzo e mi chiedo quanto ancora dovrebbe sopportare un essere umano prima di insorgere.. credo che l'altro non riuscirebbe a contenerne rabbia e delusione legittime e perciò da non reprimere (legalmente o no):/

    RispondiElimina
  8. A Roma ci sono palazzi splendidi che non è giusto distruggere con una bomba. Io sono più per l'uso dei cecchini. Ha ha ha...

    Baci

    RispondiElimina
  9. Illuminismo, Rivoluzione Francese ... tornare un po' alle origini, ma forgiati da più di due secoli di esperienze nel frattempo compiute, no?

    RispondiElimina
  10. E' davvero un periodo difficile. Ma in qualche modo bisognerà pur venirne fuori...

    RispondiElimina
  11. Il parlamento altro non è che l'immagine riflessa dell'Italia.

    RispondiElimina
  12. La manovra economica del Governo E' una insurrezione armata (di tasse e balzelli solo per la povera gente), quindi, secondo il testo citato della Convenzione Europea, l'uso della forza E' autorizzato.
    Temistocle

    RispondiElimina
  13. passo solo per un mezzo saluto ciao ;)

    RispondiElimina
  14. E' anni che girano...Quel giorno che prenderemo il Parlamento,ci saranno dei problemi..Grossi problemi...

    RispondiElimina
  15. Secondo me i gesti di violenza sono una mamma per chi vuol dare un giro di vite per restringere la democrazia ancora di più.

    RispondiElimina
  16. Ma quale "democrazia"?
    La "democrazia" è la balla meglio venduta dopo le religioni.

    La parola "democrazia" significava il "potere al cittadino" (e nota, "cittadino" è diverso da "essere umano", avere i diritti politici non dovrebbe essere scontato) quando ad Atene si riunivano nell'Agorà e votavano per alzata di mano.

    Ma già allora era chiaro che il passaggio dal "potere del cittadino" al "potere dei rappresentanti del cittadino" era immediato.
    E i "rappresentanti" altro non sono che una OLIGARCHIA (oggi va di moda la parola "casta"), solo che invece di ereditare la carica come un titolo nobiliare, SE LA COMPRANO.

    E già nell'antica Grecia c'è stato il dibattito se era meglio essere governati da una oligarchia di "nobili" o da una oligarchia di "mercanti".
    I Greci tendevano a preferire la prima soluzione in quanto secondo loro i "nobili" erano tenuti comunque ad avere determinati valori, se non altro in quanto proprietari terrieri, mentre i "mercanti" non avevano alcun "valore" né legame tranne il proprio tornaconto.

    E' un po' il discorso della deregulation. I mercati si "auto-regolano" di sicuro ma nel farlo possono spostare il benessere dall'Europa alla Cina. Se te sei un "mercante" te ne freghi, pecunia non olet (il denaro non puzza, riferito al fatto che i romani usavano l'urina nelle tintorie). Se invece sei in qualche modo "radicato", i cambiamenti derivanti dalla deregulation prendono la forma di qualcosa di oblungo che vola ad altezza di sedere.

    RispondiElimina
  17. Pure a me girano... e considerato che nemmeno le ho, è tutto dire!!!

    RispondiElimina
  18. Vorrei dire tante cose. Mi chiedo perché la polizia, i carabinieri e la guardia di finanza non aspettino una seduta di parlamento e senato dove ci sono tutti-tutti-tutti. Entrano e li arrestano tutti. A qualcuno (...) diamo direttamente il 41 bis per attività mafiosa, ad altri danni contro lo Stato italiano, confisca dei beni immediata per il risanamento del debito pubblico. Nessuno è innocente lì. Fatto questo passiamo a tutti quelli che hanno avuto a che fare (mignottaus o non mignottauus) con loro.

    RispondiElimina
  19. sono da poco tornata dalle mie ultime vacanze e così riprendo il mio posto qui...passavo per un saluto, spero tutto bene...tornare qui è sempre bello Mark...

    ti auguro una dolce serata...

    RispondiElimina
  20. Resto pacifista, nonostante questo ignobile, vergognose, indecente, corrotto e mafioso governo. Resto pacifista, perché non mi faccio cambiare da quei bastardi.

    RispondiElimina
  21. @Tutti...Sono in leggero fuoritempo causa rifocillazione spazio tempo ;-)

    RispondiElimina

La critica è ben accetta perchè aiuta questo spazio nella crescita e nella trasformazione