venerdì 2 marzo 2012

La lista...allungatela


Il giudice Imposimato : “Falcone e Borsellino uccisi per le inchieste sugli appalti pubblici e la Tav” “La mia inchiesta sulla Tav, commissionata dal presidente della Commissione antimafia , non è mai stata discussa dalla commissione stessa”. 

“Quando nel 1992 stava prendendo avvio la Tav, – dice – mi accorsi che quest’opera pubblica era accompagnata da bombe e attentati contro le imprese che si trovavano lungo la tratta. Essendo allora membro della Commissione antimafia, decisi di fare un’inchiesta perché mi resi conto che nell’opera confluiva anche la malavita organizzata al fine di lucrare somme ingenti attraverso la moltiplicazione dei costi. E’ venuto fuori che nella Tav partecipavano politici corrotti e imprese della mafia”. 


Il costo dell’opera, come venne fuori nei vari processi di tangentopoli, che partiva da 29mila miliardi di lire, avrebbe dovuto raggiungere la somma di 300mila miliardi.
Fonte 
Fonte immagine



44 commenti:

  1. magari interessa questo riassunto aggiornato CLICK

    RispondiElimina
  2. hai sentito Monti stasera? ...e ho detto tutto!!!
    benvenuti nell'era del Cinghiale ...e come avevo scritto in un mio post benvenuti in guerra finalmente Visibile.
    ah tal Lorenzo prima di leggere una tua replica, volevo dirti che la padania mai esisterà e sai perché ...quando esci dal tuo orticello, per il resto del mondo Italia e' pizza spaghetti e mandolino, O sole Mio e Volare, rassegnati...la polenta e Va' pensiero pare sia qualcosa di mooooolto interregionale, purtroppo per te e per quelli come te Napoli = Italia!
    scusa Mark ma rubo il tuo spazio perché e' campo neutrale.giuro che mai piu approfitterò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che non hai capito, tal "S".
      La "Padania" esiste nei fatti o meglio nei numeri.

      Poi te ed altri milioni di furbacchioni potete fare come le tre scimmiette che non sentono, non vedono e non parlano. Nella speranza che la fatina faccia sparire per magia i numeri di cui sopra.

      Del "resto del mondo" me ne preoccupo solo quando, sempre a causa degli stessi numeri, si rifiuta di prestarci/vi/gli i soldi per pagare gli stipendi ai milioni di "italiani" (e qui leggila pure come offesa) che vivono parassitando lo Stato.

      E perché me ne preoccupo? Perché il "governo di emergenza", al fine di tenere buoni i creditori, non può fare altro che inasprire la pressione fiscale e, guarda caso, sempre per la dura legge dei numeri sopracitati, questo non fa altro che rendere la vita ancora più difficile nella "terra che non c'é". Perché guarda caso le ispezioni della Finanza le vanno a fare a Cortina e non a Catanzaro.
      Per lo stesso motivo per cui se io non pago il bollo dello scooter mi mandano l'ufficiale giudiziario ma i mafiosi latitanti sono introvabili pur non muovendosi di casa.

      Elimina
    2. A coso,ma ti rendi conto di quello che scrivi?
      sono stato sul tuo blog e ho pure visto che hai proliferato,cazzo!!!!!!Ma chi te l'ha data?

      Elimina
    3. Ah non mi stupisce affatto,a questo punto però mi chiedo come abbia fatto tu ad andarci!

      Elimina
  3. Caro Mark qui da te tutto è libero ed è giusto! parlando detta TAV temo che sia già scritto che nonostante tante dimostrazioni questo cosi ì detta opera teme che sarà fatta. Ciao amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Ne sono più che convinto, ma questo tema non é mai diventato, non dico senso comune popolare, ma neppure motivo di riflessione della parte più sensibile di opinione pubblica.

    RispondiElimina
  5. Cosa avrebbe potuto o dovuto fare il governo Monti?..Le parole del presidente del coniglio (sic)confermano tristemente che non è certamente dalla parte degli Italiani..Sarebbe bastato accordare anche una semplice pausa di riflessione per far odorare l'odore di un cambiamento...Invece è giunto solo il solito fetore di marcio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sai che sei divertente?
      Eravamo ad un passo dal default e avrebbe voluto dire l'apocalisse.
      Monti ha salvato le chiappe a milioni di pensionati e dipendenti statali e adesso non è dalla parte degli "italiani" perché semplicemente dice una cosa ovvia e cioè che lo Stato non può essere ricattato/ricattabile dai NoTAV.
      Fossi io Monti direi "prego mr. Hyde, si sieda pure qui al posto mio e mi faccia vedere cosa significa essere dalla parte degli Italiani".

      Elimina
  6. Mark, a due passi da casa mia hanno accusato tale Penati di avere preso tangenti per favorire gli imprenditori interessati nelle speculazioni immobiliari sottese alla "riqualificazione" delle acciaierie di Sesto San Giovanni. Annesse le famose "cooperative rosse", eccetera.

    A parte che è subito calata la cortina del silenzio e di questa storia non si sa più nulla, il punto è che in Italia immaginarsi un cantiere dove non ci siano degli intrallazzi è pia illusione. Mi dicono che persino il movimento della terra di scavo è in mano a varie cricche criminali. Per cui finisci per trattare con la mafia anche per mettere la ghiaia sul vialetto.

    Mi risulta che il fratello di Alfano, già segretario generale della Camera di commercio di Trapani, si è dovuto dimettere perché coinvolto nello scandalo degli esami universitari venduti e comprati a Palermo.

    Da cui mi piacerebbe sapere qual'è la soluzione concreta al problema che in Italia c'è la mafia e più in generale la corruzione e il malaffare sono endemici.

    E mi piacerebbe sapere anche come vogliamo risolvere il problema del rapporto tra i "poteri" dello Stato, cioè tra Governo, Parlamento e Ordine Giudiziario. Perché bisogna capire una buona volta chi ha la facoltà di rappresentarci e quindi di prendere delle decisioni.

    RispondiElimina
  7. @Lorenzo.
    Ma basta con questa storia del Nord e del Sud...Basta!
    La Mafia disse un Grande : La Mafia non esiste,la mafia siamo noi.

    Solo gli sciocchi fanno ancora queste distinzioni...La mafia ha trgione di esistere dove trova il terreno fertile.
    Sarebbe stata vinta e debellata da tempo se ci fosse stata la volontà di farlo seriamente.
    Ti stupiresti di notare che forse a Catanzaro ti rilasciano lo scontrino più che a Cortina.
    I controlli chi li decide cmq? Vuoi che al nord , non sappiano chi siano i loro referenti eventualmente mafiosi ,dalla politica ad ogni organo di controllo?

    Ritornando al post di Mark invece...
    Dovrei provare stupore...invece ho sorriso. Ho sorriso amaro.

    RispondiElimina
  8. Ma smettila te. Se vai sul mio blog trovi una cartina d'Italia pubblicata dal Corriere dalla quale non solo si evince in che modo viene gestita la spesa pubblica da Roma in giù ma che in Calabria NON CI SONO INFORMAZIONI SCRITTE, per cui non possiamo nemmeno sapere a quanto ammonta il deficit.

    Non so se a Catanzaro il baretto ti rilascia lo scontrino per il caffè, bisognerebbe verificarlo. Ma a parte che nessuno lo verifica, il punto è che a Catanzaro la ASL ha il bilancio tramandato in forma orale, come le opere di Omero.

    E poi, l'espressione "al Nord" non ha alcun senso visto che il "Nord" non si auto-determina. La differenza è che "al Nord" se metti un ponteggio 10 cm fuori dal previsto, i vigili ti piombano sul coppino, se a Settefarine (Gela) il ponteggio è a 10Km nessuno se ne accorge.

    RispondiElimina
  9. Missione compiuta. Dividere è il verbo preferito da ogni potere e in Italia l'hanno esercitato con estrema facilità. Nord e sud? Siamo diversi ma sostanzialmente uguali, prima lo ammetteremo e meglio sarà.
    Il sud è la vecchia arma imbracciata dai politici... a quando un'unione proficua?
    Sono del nord ma amo anche il sud.
    Ciao Mark.

    RispondiElimina
  10. Si anche io amo tutti, join the caravan of love. Peccato per il dettaglio che questo amore mi tocca pagarlo.
    Just in case:
    Il paesino citato dal New York Times come simbolo delle cattiva politica

    RispondiElimina
  11. @Lorenzo, siccome è casa di Mark eviterò di mandartici come meriteresti. Le tue camicie verdi hanno dato un buon esempio al Governo, ahahah. Hanno dimostrato di tenerci al Paese e alla Padania tutta.
    Insomma tu vivi in una parte del Paese onesta. Una specie di Paradiso terrestre. Minchia a saperlo, mi ero trasferita sotto mentite spoglie. Ti ricordo che in Calabria i politici vengono scelti al Nord. Svegliati , torna sulla terra, torna tra di noi. Anche se andassimo estinti da Roma in giù...tu e quelli come te, lecchereste sempre le briciole.
    Non linkare cazzate, cosa credi che non troverei anche cazzate sul nord?
    Mica è una gara di link o di proclami di una ignoranza abissale.
    Siete indottrinati come i Testimoni di Geova.
    Sono certa che neanche la conosci la Calabria. La conosci solo attraverso i giornali e la televisione. Viene a trovarci, ti stupiresti, come tanti che sono venuti in vacanza da noi.
    Parla di ciò che conosci, non di quello che leggi attraverso i link. Siamo tutti nella stessa barca, ti piaccia o meno...Siamo tutti dei servi. Alcuni consapevoli e altri incosapevoli come te.

    RispondiElimina
  12. @Lorenzo
    Ah dimenticavo...lo stipendio del trota e amichetti vari, pareggia il conto con il tuo link.
    Ma dicendoti questo mi abbasso al tuo livello facilmente, almeno in apparenza.
    In realtà volevo farti notare che cadere in queste trappole è fin troppo facile.
    E' un Paese malato il nostro. E le guerre tra i 'poveri' non portano lontano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si nicole,ma lorenzo non è un povero,è un poveraccio!!
      compatiamolo dai...è inutile infierire,tanto non capirebbe,sai forse quando capirà?quando l'inceneritore e l'autostrada vicino casa avranno fatto i loro danni irreparabili,allora tutti i dormienti si svegliano,pretendono,scendono in piazza,protestano.....dopo però,e cozzano contro il muro fatto di gente come loro,anzi come erano loro prima di sbattere contro la realtà.

      Elimina
  13. Io non conosco Mark di persona e quindi non so se la demagogia è studiata oppure involontaria, fatto sta che questo blog funziona come carta moschicida.

    Cominciamo:
    1.
    "...tu vivi in una parte del Paese onesta. Una specie di Paradiso terrestre."
    Magari. Io vivo nella parte del Paese dove il giallo al semaforo dura i 3 secondi minimi di legge e se quando scatta il rosso ti stai ancora muovendo, ti arriva subito a casa la fotografia annessa contravvenzione. Dove si paga 5 euro per entrare in città e il pedaggio sulle autostrade, compresi i tratti urbani. Dove si paga il ticket per qualsiasi prestazione sanitaria (pur essendo la Sanità Regionale in attivo). Dove gli stipendi dei vigili sono uguali a quelli del paesi come Comitini ma i vigili non passano le giornate al bar e il costo della vita è 10 volte tanto. E via via.
    Non è il paradiso, è l'inferno.

    2.
    "...Ti ricordo che in Calabria i politici vengono scelti al Nord."
    Si certo, quindi gli amministratori delle ASL calabresi vorrebbero tanto redigere un bilancio con tutti i crismi ma gli viene impedito dal "Nord".
    Cosi come il sindaco di Comitini:
    «So bene che 65 lavoratori comunali in una città di poco meno di mille abitanti sono molti. Ma se non gli avessimo offerto un lavoro, queste persone sarebbero emigrate, magari in America. Avremmo sessanta persone e sessanta famiglie che cercano un'occupazione altrove». E poi, che gli importa della spesa? «La città non li paga: sono lo Stato e la Regione che lo fanno. I dipendenti sono pagati solo per il 10% dal Comune».
    Senti, io non ti faccio una colpa di non avere abbastanza cervello per renderti conto della auto-ironia involontaria, solo che il giochino del "piangere e fottere" ormai ha stancato.

    3.
    "...Viene a trovarci, ti stupiresti"
    Altro fenomeno di auto-ironia involontaria. Ci sono stato in Calabria. Non racconto l'esperienza per carità di Patria. Di sicuro non ci tornerei di mia volontà. E bisognerebbe chiedere ai Calabresi emigrati se ci tornerebbero loro.

    4.
    "Siamo tutti nella stessa barca, ti piaccia o meno...Siamo tutti dei servi."
    Si solo che certi servi si fanno il culo a capanna dalla mattina alla sera e vengono massacrati di tasse e balzelli per pagare stipendi e pensioni ad altri servi che passano le giornate a leggere la Gazzetta.
    Cito un esempio banale, la evasione del canone RAI in Calabria si aggira intorno al 90%. Significa che 90 famiglie su 100 NON LO PAGANO. Ma mentre qui ti arriva la cartella con multa e mora dell'Ufficio Imposte, da quelle parti va bene cosi.

    5.
    "...lo stipendio del trota..."
    Il Trota prende lo stipendio di tutti i Consiglieri Regionali della Lombardia. Ne più ne meno. Mi piacerebbe sapere in cosa consiste il reato. Faccio altresì presente che la Lombardia è tra le 5 o 6 Regioni che versa allo Stato più di quanto riceve, anzi, MOOOLTO di più. Al contrario della Calabria. Quindi non solo ci paghiamo il Trota coi soldi nostri ma già che ci siamo, paghiamo anche tutte le amministrazioni mafiose e para-mafiose del resto d'Italia.

    6.
    "...ma lorenzo non è un povero,è un poveraccio!!"
    Scommetto che ti piacerebbe tanto mandarmi in un campo di rieducazione. O preferisci una bella esecuzione sommaria? Ma sai cosa c'è, io li conosco quelli come te e so che dietro la facciata rivoluzionaria di cartapesta ci sono tutti i vizi e i vizietti italici, per cui anche te o hai il posto il Regione o Provincia o fai i tuoi lavoretti in nero, ti fai raccomandare dagli "amici", eccetera. E il "furore ideologico" non resiste ai compromessi quotidiani. Non a caso tutti i contestatori dei '70 sono finiti o sotto un ponte o in un consiglio di amministrazione.
    Comunque non ho difficoltà ad ammettere di essere un "poveraccio". Se non lo fossi avrei lasciato l'Italia oltre 20 anni fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il posto non ce l'ho,le raccomandazioni le ho sempre rifiutate,infatti vengo considerato un'idealista e un deficiente.Sono un non violento quindi di esecuzioni,non se ne parla proprio,ti sei fatto un'immagine sbagliata di me,ti ho chiamato poveraccio come tu mi hai chiamato buffone.
      Il mio come lo chiami tu furore ideologico,resiste proprio a quelli che tu descrivi come compromessi,infatti la mia arma è proprio quella,non ho la televisione,non ho la macchina,non ho lo smartphone ma nemmeno uso profumi,non compro prodotti inutili ne quelli di fabbriche che a mio avviso dovrebbero chiudere,non sono insomma inserito minimamente nel sistema,
      E adesso basta ti ho risposto perchè ti reputo una persona e non un personaggio,però adesso basta,il mondo del blog non porta niente se non perdite di tempo sottratte a me stesso e al mio lavoro per il quale sono costretto a produrre altrimenti non porto la campata a casa.

      Elimina
  14. La demagogia attira le mosche.

    RispondiElimina
  15. @LOrenzo :))))
    Mannaggia, non sono a casa mia. Già il modo di rapportarti è molto molto fine.
    Ti lascio alle tue convinzioni. Un po' ti invidio anche. Non avere percezione delle proprie cazzate verbali e non è una grande cosa.
    Potrei fare anche io una lista nera della tua Padania, ma scenderei al tuo livello temo.
    E poi non vorrei offendere tanta gente del nord che stimo. Io se parlo, parlo del mio Paese che è l'Italia tutta, con pregi e difetti da nord a sud.
    Le Guerre Sante le lascio a quelli come te. Pensa che sfiga se fra cento anni ti ritrovi in Paradiso con dieci vergini calabresi. Che fai, te lo tagli!?

    RispondiElimina
  16. Se mi dovessi svegliare con attorno delle "vergini calabresi" penserei di essere a Rozzano, non in Paradiso. Essendo le "vergini calabresi" sotto i 12 anni giocoforza, nessun bisogno di tagliare niente.

    Per il resto, mi piacerebbe davvero leggere una replica circostanziata al fatto che non è possibile conoscere il deficit della Sanità calabrese perché mancano informazioni scritte. Visto che è il tuo Paese, la "Italia tutta", spiegami perché io devo presentare lo f24 tutti gli anni e circostanziato e le ASL calabresi non hanno un bilancio.

    RispondiElimina
  17. @Lorenzo, il Trota non ha commesso nessun reato infatti o che comunque si sappia.
    Fai finta di non capire,il reale problema.
    E poi sono favole che si evade di più al sud...Al nord si guadagna di più, quindi le cifre dell'evasione sono più alte, rispetto al sud.
    Tutto il resto sono bla bla bla.
    Sai Lorenzo, la mafia non è razzista , la mafia si presta a fare affari con chiunque ne faccia richiesta.
    Baciamo la mano a Voscenza.

    RispondiElimina
  18. E spiegami perché la Finanza piomba nei negozi di Cortina ma non piomba negli uffici delle ASL calabresi. Non da oggi, da MAI.

    RispondiElimina
  19. @Lorenzo, spiegami, perché la Procura del Nord non interviene. Ma scusami, ora a parte l'ironia, ma ti sembra una gara questa? Io sono consapevolee che al sud tante cose non vadano. Il problema è, che a non esserne consapevole sia tu.
    La lega è stata al Governo parecchi anni. Cosa ha fatto a parte assumere il Trota ( non ti focalizzare sul caso specifico è solo una metafora).
    Quindi, come ben vedi tutto il mondo è Paese.
    E non fissatevi solo su Cortina...Si sa solo quello che i Media vogliono farci sapere. Io vedo la Finanza ovunque nella mia città ultimamente.

    RispondiElimina
  20. Tutto il mondo sarebbe paese se:
    - I Calabresi fossero costretti a pagare il mio stipendio, la mia pensione, le mie cure mediche, il mio canone TV (o quelli del Trota) invece del contrario.
    - Ci fosse un Ambrogio Brambilla, padrino di una cosca mafiosa milanese trasferitasi in Calabria invece del contrario.

    Per il resto ripeto non solo io in Calabria non ci voglio mettere piede mai più ma sono abbastanza sicuro che anche i Calabresi trapiantati, finite le vacanze estive, scappano a gambe levate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. impossibile...anche per delinquere ci vuole cervello, e penso che nessun Brambilla da almeno 3 generazione ne possegga uno.
      in merito ai Calabresi o noi gente del sud...vi abbiamo colonizzato, abbiamo scopato le vostre donne o viceversa siete tutti sangue misti, lo stesso trota se non lo sai e' mezzo siciliano, rassegnati ahahahahah
      Nicole lascialo perdere, e' solo un piccolo uomo senza storia

      Elimina
    2. E ribadisco, a me di tutte le vostre problematiche nella sfera sessuale non me ne frega niente.

      Mi interessa solo che mi tocca pagare le tasse per la pensione fasulla dei pensionati di Comitini e poi mi tocca anche mandarli in crociera.

      Non so se è più fastidiosa la posa "piangere e fottere" o quella del "parassita orgoglioso".

      Elimina
  21. @Lorenzo...io non ho mai usato termini offensivi, al massimo ironici. Ma dubito tu conosca la sana ironia. Se Mark non mi dà l'autorizzazione a continuare questo discorso, io mi fermo quì ed eventualmente ne riparlerò poi nel mio blog.
    Ti dico solo una una cosa però e lo faccio con un esempio elementare. Se vengo ospite in casa tua e tu mi lasci fare quello voglio ,compreso derubare i tuoi ospiti , per non dire di peggio e tu invece di denunciarmi e sbattermi fuori; diventi il mio compagno di merende...Cosa sei, un incosapevole, trascinato dai capelli o un deliquente al mio pari?.
    Non mi aspetto tu colga, al massimo qualche offesa o l'ennesimo link razzista. Esco, ho bisogno di aria ora, mi hai dato l'angoscia.
    Nicole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Definire prego il concetto di "link razzista".
      Io ho citato degli articoli del Corriere Della Sera.

      Grazie di avermi fornito diversi argomenti da citare in altre occasioni. Non ti rendi conto di quello che scrivi, solita auto-ironia involontaria. Tipo che se la Ndrangheta calabrese ha colonizzato il Varesotto la colpa è dei Varesini che gli hanno lasciato fare quello che vogliono e cosi facendo sono diventati Calabresi anche loro.

      Farebbe ridere se non fosse drammaticamente serio.

      Elimina
  22. Carissimo Lorenzo, ti ringrazio di avermi chiamato in causa e cerco di risponderti chiedendo scusa a Mark di occupare uno spazio che non è mio, sperando che comprenda.
    un presidente del consiglio che non è stato eletto dal popolo (saggiamente, lo sottolineo, voluto da Napolitano che ha compuito la scelta migliore e ci ha tolto dalla palle l’altro..), di fronte a:
    1) Azione di protesta che va avanti da un bel po’ di anni da parte della gente che abita quei posti;
    2) Affermazioni abbastanza diffuse e sostenute da tecnici ,professori, scienziati etc.. insomma persone autorevoli, non io, che l’opera è assolutamente inutile e dannosa in questo
    momento in cui si sta raschiando il fondo del barile per pagare debiti non precisamente nostri e causati da altri..
    3)Istanza del legale degli abitanti della Valle in cui si chiede l’esame del Progetto, la Relazione di Impatto Ambientale, l’esatta definizione del piano particellare d’esproprio (da cui si evinca esattamente i terreni soggetti ad esproprio ed i proprietari ineressati..pare che l’indenizzo per alcuni proprietari non sia stato corrisposto);
    4)Affermazioni sempre più insistenti che sia coinvolta la ‘ndrangheta e personaggi politici in tutta l’operazione;
    5)Affermazioni sempre più insistenti secondo cui Falcone e Borsellino siano stati uccisi perché avevano gia’ messo mano sulla TAV – vedi giudice Imposimato http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=giudice+imposimato++falcone+e+borsellino+e+tav&source=web&cd=1&ved=0CCwQqQIwAA&url=http%3A%2F%2Fwww.unonotizie.it%2F17294-corruzione-ad-alta-velocita-tav-val-di-susa-giudice-imposimato-falcone-e-borsellino-morti-per-inchieste-appalti-tav.php&ei=m1NST9aqCcLktQbmkej9Cw&usg=AFQjCNG9neZZIQyFfCmKzMUGF4PF0AgWcg&sig2=oxaIsVLXoL-hcm6qS5pb-w
    6)Vedi anche: http://youtu.be/SBlOXb7SNcU
    ..un presidente del consiglio, ripeto, non dovrebbe far finta di niente e liquidare la situazione con un laconico “ l’OPERA SI DEVE RALIZZARE, vi è concesso protestare, è un vostro diritto ma non ammetto violenza..” Si, certo,.. ma un PERCHE’, una pausa di riflessione , una ‘dimostrazione di benevola attenzione alle istanze del popolo’ la vogliamo dare?..Vogliamo rendere pubblici questi dati? Una seria analisi costi – benefici? Uno stato di avanzamento dei finanziamenti Europei? Pare che quest’opera a parte qualche spicciolo finanziato, ricada sulle nostre spalle..Al proposito allego un’analisi abbastanza ben esposta e dettagliata sul progetto TAV:
    http://youtu.be/IQP5xt82l30.
    Il governo non deve essere ruffiano, tipico atteggiamento dei governi politici, tuttavia occorre ora dare segni di aperture alle esigenze dei cittadini non procedere come androidi a comando. Ascoltare, insomma. La gente non ne può più…La gente non ce la fa più..Bisogna ricucire i rapporti fra stato e cittadini. Se manca questo legame la Democrazia scompare e, credimi, non ci sarà piu’ modo di fare questi bei pacati ragionamenti o di farci le pippe e scaccolarci mentre gli altri decidono per noi e per la nostra esistenza..
    Un saluto a te e un caro saluto a Mark che ringrazio..Ho esaurito tutto quello che avevo da dire su questo argomento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci siamo capiti.
      Per prima cosa NESSUN Presidente del Consiglio viene eletto dal "popolo". Infatti è un incarico che viene assegnato dal Presidente della Repubblica. Anche il Presidente della Repubblica non viene eletto dal "popolo", viene nominato dal Parlamento.
      Il "popolo" in Italia elegge solo i rappresentanti nelle due Camere del Parlamento. I rappresentati decidono al posto nostro, si chiama appunto "democrazia rappresentativa".

      Quando Monti ha ricevuto l'incarico da Napolitano, per inciso capitano di lungo corso del Partito Comunista, aveva come priorità quella di evitare il default, cioè il fallimento dell'Italia conseguente la mancata collocazione dei Titoli di Stato. Infatti l'Italia per pagare le spese, cioè principalmente gli stipendi e le pensioni, deve farsi prestare i contanti dai cosiddetti "mercati".
      Non a caso è stato scelto Monti, uno ben addentro il sistema bancario e finanziario internazionale.

      Monti non ha fatto niente di straordinario, ha semplicemente fatto capire ai "mercati" che avrebbe interrotto la spirale del "voto di scambio" che è sottesa all'incremento del debito pubblico, cioè te mi voti e io ti garantisco un lavoro, una pensione, eccetera. Cosa per altro facile visto che Monti non risponde a nessuno.

      Detto questo, la questione della TAV deve essere gestita come ogni altra cosa in una democrazia. Se invece passa il concetto che il Governo è soggetto al ricatto della "piazza", dove per inciso si agitano poche centinaia di persone, si scatena una reazione a catena di cui ovviamente sembrate non rendervi conto. Non è solo una questione di "giusto e sbagliato", dove per altro Monti può legittimamente sostenere delle ragioni opposte ai No TAV ma è anche una questione formale e procedurale. In sostanza, o la nostra democrazia funziona, oppure no.

      Il concetto di "le gente non ce la fa più" mi fa ridere. E' chiaro da dove arriva questa linea di pensiero, meno chiaro è dove voglia andare a parare. Un po' come la Camusso che dice "per sostenere gli ammortizzatori sociali preleviamo i soldi dai patrimoni". A parte che i "patrimoni" ormai hanno preso il volo, perché ca nisciuno è fesso, le tre domande più ovvie sono: 1. gli ammortizzatori sociali quanto durano? 2. una volta compiuto l'esproprio proletario, leggasi furto, si replica finché ce n'è? 3. non facciamo prima a collettivizzare i mezzi di produzione, vecchia scuola?

      Elimina
  23. Confrontarsi con certe persone non paga. Ogni piccolo fatto diventa la cartina di tornasole per avallare idee precostituite e questo non va bene, per me. Io ho bisogno di altre idee da mettere accanto alla mia... di informazioni che costruiscano e mi aiutino a formarmi una MIA idea su quel che accade.
    Tornando alla divisione nord e sud, affermo che c'è una malavita che si vede e altra che non ha visibilità... è solo una questione di abito. Al nord ci sono tante zone inquinate dalle industrie, con intere famiglie devastate da mali incurabili ma di questo si parla poco.
    La corretta informazione è un dovere verso i miei figli e la collettività, nel mio piccolo cerco di farla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tutto molto bello.
      Ma rimane il fatto che il Lazio ha un deficit per la sola Sanità regionale di 1.140.000.000 (almeno ufficialmente), che corrisponde a metà del deficit della Sanità nazionale.
      La parola deficit si traduce in "parecchia gente ha preso dei soldi pubblici e se li è messi in tasca".
      Epperò non vedi nessun movimento di protesta, titoloni sui giornali, incursioni delle Forze Speciali. Tutto tranquillo.
      E nota bene, è solo uno dei mille mila esempi analoghi.

      Certo, in Brianza non si contano le fabbrichette che hanno versato e versano sostanze tossiche nel gabinetto. E quindi? Questo offre una qualche forma di consolazione a quanto scritto sopra?

      Elimina
    2. ...è come quando trovi sul pullmann un qualsiasi ometto che ti scarica addosso tutto il suo malessere, ti risponde a domande che tu non gli hai fatto..E poi l'io e il tu, il noi e il voi,il Nord e il Sud, la Guerra di Secessione, loro invece etc.. la lezione imparata bene, urlata in mezzo alla gente..imbarazzante...Non vedi l'ora che arrivi la prossima fermata. Io sono gia' sceso, non senza aver salutato il buon senso di SARI..
      @sari:
      hai centrato perfettamente il problema!

      Elimina
  24. mr. Hyde
    non credo di essere stata poco educata, anzi, visto le affermazioni del sigr Lorenzo credo di esser stata piuttosto civile.
    Alle volte dare delle sane risposte, senza sconfinare mai nel volgare, credo faccia bene alla propria salute. Essere troppo politicamente corretti non è nelle mie corde.
    Non ho sollevato io o altri la questione. Ha fatto tutto da solo il tipo. Non ho poi detto nulla di diverso da Sari. Ma non si può solo ignorarle le cazzate o gente come lui,penserà di essere sempre nel giusto.

    RispondiElimina
  25. Non è cosi, per l'ennesima volta.
    La divagazione sul tema "Padania" è stata introdotta da "S" nel commento in data "Mar 2, 2012 12:16 PM".

    Riguardo le risposte, non conta tanto l'educazione quanto riuscire a mettere insieme due concetti in maniera che non facciano ridere. Il problema, te l'ho detto diverse volte, è che uno deve avere abbastanza comprendonio da rendersi conto della auto-ironia involontaria.

    Poi gli "epiteti" che volano nei commenti tipo "stronzetto", "poveraccio", eccetera, sono semplicemente una conseguenza della frustrazione. Potrei diffondermi sul come e sul perché ma non mi interessa.

    RispondiElimina
  26. @Nicole:
    Guarda che non c'entri niente, Nicole, ci mancherebbe; trovo giuste le tue argomentazioni: l'esempio del pullmann rigurdava l’atteggiamento di Lorenzo, e riguardava sopratutto la sensazione di impotenza che si prova quando non trovi nell'interlocutore la volontà di chiarire ma piuttosto di provocare e continuare ad esprimere il suo pensiero di cui non te ne frega niente..pensi solo di allontanartene.
    ..Queste cose te le dico, ma gia' sono sceso..Se ti affacci dal finestrino ti sto facendo un cenno di saluto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @mr.Hyde
      Scusami davvero, non avevo compreso. Ricambio il saluto.
      Grazie:)

      Elimina
  27. Ragazzi mi allontano un attimo e succede il putiferio. Purtroppo la cadenza delle mie apparizioni in rete sono centellinate, è un periodo della vita incasinato. Comunque bando alle ciance e agli epiteti, quando si sbandierano i vessilli difficilmente la terra non trasuda sangue. Sono uno nato al centro, vivo al sud, mi sposto spesso al nord, mio padre era meccanico per una multinazionale quindi per lavoro ci spostavamo per lunghi periodi e non solo in Italia. Ciò premesso, per cercare di dare a voi la mia collocazione spazio-tempo, che non è quella della carta moschicida e la vostra non è quella delle mosche. Nell’enfasi del “dibattito” o rissa ognuno espone le proprie tesi più o meno giuste, non voglio un volemose bene pe fa tutti contenti, però così non trovo il bandolo della matassa. Con la mia tempistica d’intervento non riesco a rispondere, ma vi invito in futuro a considerare le espressioni della rete costruttive e non distruttive. Barricarsi o difendere le proprie tesi a prescindere non ha un gran senso, soprattutto quando si eccede travalicando il buon senso del botta e risposta. Non sono e non posso esser giudice, rimango spettatore affascinato e mi riprometto di considerare modalità espressive più consone….In definitiva se non si riesce a “dialogare” un po’ di colpa è sicuramente mia.
    P.S.
    Compatibilmente con me stesso cercherò di passare nei vostri blog pere raccapezzarmici
    Meglio ^_^

    RispondiElimina
  28. com'e'? istituzioni terminali di gruppi di potere??? ruberie e crimini vari in grandi opere? omicidi e bombe legate a gestione e costruzione di infrastrutture???? che sorpres!!! :)

    RispondiElimina
  29. Che succede qui? Calma calma, non se ne viene fuori. Noi del nord abbiamo molti problemi ma abbiamo sempre dato molto. Purtroppo adesso non stiamo più così bene e gli sprechi ci danno fastidio.

    RispondiElimina

La critica è ben accetta perchè aiuta questo spazio nella crescita e nella trasformazione