martedì 14 giugno 2011

Da Borghezio a Bilderberg...viaggio sola andata

 SI riparte, nel vero senso della parola, bando alle ciance ora mi piacerebbe vedere un po’ di sostanza nelle politiche riqualificatorie di questo paese. Riprendo una notizia di qualche giorno fa, Il leghista Borghezio  voleva partecipare al summit del Club Bildelberg. «Malmenato» Aldilà dell’ilarità di qualcuno, l’evento non ha avuto gran eco, però per chi non ne fosse a conoscenza  Club Bilderberg  é un gruppetto di persone di notevole influenza economico politica che periodicamente si riunisce, ufficialmente per conferenze informali di varia natura, invece tratta di programmazioni e accordi su vasta scala per controllare e gestire vari interessi nel mondo. Ciò dovrebbe esser collocato in quel che in molti inquadrano in ottica complottista, non entro nel merito, ognuno è libero di fare le proprie considerazioni, sta di fatto che un europarlamentare non invitato (il Borghezio) si è presentato all’ingresso pensando di potervi accedere per concessione divina, invece si è ritrovato con il culo per terra e se né andato con la coda tra le gambe. (vero?) Questo potrebbe suffragare le tesi che aleggiano intorno al Club dei furbetti, oppure esser classificato come uno dei tanti incidenti della casualità, in questo spazio si riflette sulle opzioni e mi piacerebbe avere la vostra “opzione”. Non riporto tutte le notizie che si trovano in rete, basta digitare Club Bilderberg (anche se questo è un video pubblicitario) si viene subissati di notizie, in molti casi solo noiosissimi copia incolla…ma il seme del dubbio alberga nella mia mente, e l’Officina in perenne elaborazione e poco costrutto vorrebbe capire in che modo Democrazia e Libertà sono solo illusioni a prescindere.
P.S. E' solo un escamotage per far ripartire le vendite?

17 commenti:

  1. visto che domani parto ...la pacchia si trova nel mondo dei pacchiosi non ti pare? :)))))

    RispondiElimina
  2. Penso che ognuno sia libero di riunirsi e complottare quanto gli pare, se è un privato cittadino, anche se non sono daccordo su quello potrebbero decidere. Ma la loro libertà va rispettata, visto che rispettiamo la libertà, per esempio, della chiesa che continua a non denunciare pubblicamente e alla magistratura i preti pedofili che conosce bene, ma continua a fare dichiarazioni generiche di mea culpa.
    Piuttosto mi fa specie l'onorevole (dice lui) Borghi che si presenta alla porta come un pierino qualsiasi pensando invece di essere chissacchì e perciò in diritto di entrare in cose private. Questi sono i nostri politici!
    Temistocle

    RispondiElimina
  3. Non è stato solo Borghesio a voler entrare ma anche una delegazione Svizzera di europarlamentari e quei signori che si riuniscono non fanno riunioni private, bensì discutono di economia e di come dovranno andare le cose nel mondo, senza interpellarci. Non mi sembra corretto....
    Purtroppo la stampa ..ortodossa.. non informa

    RispondiElimina
  4. @Marianna...La pacchia in questo post non tira ;-)

    @Temistocle...Diciamo che il presupposto del privato cittadino sia un eufemismo e che la chiesa fa quel che noi ci facciamo fare, credi o non credi alla tesi in questione? ;-)

    @I am...La correttezza non è di questo mondo, poi i media distorcono e non informano come principio.

    RispondiElimina
  5. Non ho capito: lui voleva fare l'imbucato senza invito?

    RispondiElimina
  6. Come mai la sinistra sul Bilderberg sta zitta?
    Chi tace acconsente.
    Borghezio non mi sta simpatico, ma in questa occasione almeno ha sollevato il problema.
    C'è un video del 2009 dove lui al parlamento europeo denuncia come tutti e 3 i candidati al posto di presidente della commissione europea erano membri del bilderberg.
    Come si vede ci danno libertà di scelta.
    Chi vuol controllare il mondo deve per forza infiltrarsi sia nella sinistra che nella destra.
    E' ovvio.
    Eppure tanti non riescono a comprenderlo e ancora dividono la politica in dx e sx.
    Non mi risulta che la sx in italia abbia avuto il coraggio di dire che l'11 settembre è stato una demolizione controllata.
    Cossiga, il "cattivo" Cossiga, è stato l'unico che ha avuto le palle di dirlo.
    La sinistra che è tanto perbene, no.
    Nemmeno Cristo era perbene ai suoi tempi.
    Essere perbene non è questa gran virtù.

    RispondiElimina
  7. Quella gente mi sta tanto sul culo, non so perchè..è più di una sensazione..

    RispondiElimina
  8. @Sara...Quel che voleva far lui non lo so, quel che fanno loro all'interno sarebbe più interessante scoprirlo.

    @Anonimo...Ho fatto un collegamento tra il video e la foto pubblicata, dove il signore alla destra di Borghesio è l'autore del libro sul Club. Per le differenziazioni sono d'accordo, le figure attuali della politica sono solo di facciata perchè nel complesso portano avanti sempre e comunque la questione del profitto, e con esso riuscire a mettere al centro delle scelte l'essere umano e l'equilibrio con il pianeta resta cosa ardua. Il fatto che sia stato Borghesio a esser stato preso a calci non è per me una contrapposizione politica...a me interessava porre l'accento su questioni apparentemente ai margini.
    Anche se anonimo la prossima volte potresti mettere una sigla, un numero...ecc...;-)

    @Mr.H...Condivido, però parlarle e come discutere sull'esistenza dei fantasmi, c'è sempre qualcuno che si pone sopra il piedistallo e ti prende per il culo.

    RispondiElimina
  9. La libertà di scelta delle masse è una grossa illusione, a mio avviso. Le masse sono facilmente manipolate, posso rivoltarsi contro il potente di turno e abbatterlo, costringere coloro che guidano la transizione a concedere benessere, il famoso panem et circenses... e poi finisce lì. Quando la pancia è soddisfatta, e ci si può godere la vita, tante piccole decisioni più o meno rilevanti vengono ignorate. Decida l'elettore o decida la loggia massonica, difficilmente il cittadino medio se ne accorge...

    RispondiElimina
  10. Avevo intenzione di dire che non possiamo usare due pesi e due misure. Il Bilderberg non è un ente statale, quindi può (anche se non è giusto e onesto) "farsi i fatti suoi" che sicuramente non coincideranno con i nostri di interessi. A questo punto "nessuno" dovrebbe avere la possibilità di riusnirsi e riflettere su alcunché. Sta a noi o agli stati se davvero tengono agli interessi dei propri cittadini smascherare quello che di truffaldino c'è dietro riunioni simili. Che poi ai governanti vada bene lo status quo è un dato di fatto che nasconde il loro coinvolgimenti "privato" in queste cose. Io naturalmente resto contrario a queste situazioni. E penso che se un politico (dei nostri tempi!) fa qualcosa, anche un miracolo!, c'è sicuramente qialcosa sotto e bisogna stare attenti.
    Temistocle

    RispondiElimina
  11. "l’Officina in perenne elaborazione e poco costrutto vorrebbe capire in che modo Democrazia e Libertà sono solo illusioni a prescindere"

    Sono due concetti diversi.
    La "libertà" dipende dalla tua capacità di pensare, perché comunque non puoi fuggire da te stesso. Si può essere "liberi" in una dittatura, dove non ti puoi muovere ne parlare, mentre si può essere "schiavi" in una (pseudo) democrazia per assenza di pensiero anche se puoi fare quello che ti pare.

    La "democrazia" semplicemente non funziona. Non funziona perché la maggior parte della gente non se la merita. Quello che succede nei fatti è che con la parola "democrazia" noi intendiamo una "oligarchia", il controllo di pochi "eletti" sulle masse. Le elezioni e le altre manifestazioni di "democrazia" in realtà sono finzione, un po' come il mondo generato da Matrix.

    La maggior parte della gente sceglie il bozzolo rassicurante, un po' perché non ci arriva un po' perché gli conviene.

    RispondiElimina
  12. A proposito di associazioni segrete, prego osservare il lato posteriore del sigillo ufficiale degli USA:
    http://en.wikipedia.org/wiki/File:US_Great_Seal_Reverse.svg

    RispondiElimina
  13. Per inciso...."Kissinger crede che controllando gli alimenti si può controllare il popolo e controllando l'energia, il petrolio, si possono controllare le nazioni e i loro sistemi finanziari. É convinto che mettendo il cibo e il petrolio sotto un controllo internazionale e istituendo un nuovo ordine monetario internazionale è possibile che un governo mondiale, almeno agli inizi sotto l'egida delle Nazioni Unite, diventi una realtà...."

    RispondiElimina
  14. @Ariano...Condivido. Il godersi la vita è l'atto di interscambio "commerciale", tra la ribellione e la passività. Triste!!!!

    @Temistocle...Il livello di guardia si alza mentalmente, ed oltre a prendere coscienza di una realtà ben diversa ben poco si puo fare. Se qualcuno si illude che le cose si modifichino, materializzino o mutino per atti eroici si sbagli di grosso.

    @Lorenzi...Sicuramente lo stato mentale contribuisce alla percezione della libertà, sulla democrazia ho fatto diversi post, ma uno ne sintetizza il concetto clicca quì
    Per la simbologia acculta anche questo aiuta ariclicca quì

    RispondiElimina
  15. Quel club e' pericoloso, ma quel ceffo lo e' solo in Italia!

    RispondiElimina
  16. Beh, sul club Bilderberg c'è poco da dire: i ricchi comandano.

    Ieri c'era un blocco contrapposto (Unione Sovietica) adesso non c'è più. Ieri il Bilderberg controllava mezzo mondo, adesso lo controlla intero. Però il mondo è sempre stato dominato dai più "forti", alla fine non cambia poi molto.

    RispondiElimina
  17. @Adriano...Sembra non interessi molto :-(

    @Exodus...Bisognerebbe solo cambiare l'ordine dei più forti...;-)

    RispondiElimina

La critica è ben accetta perchè aiuta questo spazio nella crescita e nella trasformazione