giovedì 2 febbraio 2012

Aforisma...sotto la neve!!!

Bisognerebbe sempre avere qualcosa di sensazionale da leggere in treno.

 Oscar Wilde




Portare con se anche un kit di sopravvivenza.

30 commenti:

  1. Che palle la neve e il gelo ... ma a pensarci bene non è la neve e il gelo a darmi fastidio (anzi, è un bel paesaggio), ma il dover andare a lavorare con queste strade, è il dover guidare l'auto ... insomma, che palle questa società!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa mi si sono ghiacciate le palle, mi sono autocriogenato ;-)

      Elimina
  2. La neve, uno delle ultime cose che ancora risvegliano il bambino che è in me....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che ci sono diversi treni bloccati da ore senza riscaldamento, ma nel nord europa come fanno? Risveglierà il bambino, ma non imbernarti e non ti aspettare che venga a svegliarti come il principe azzurro ;-)

      Elimina
    2. Qui a Bologna è un disastro. Ci vorrebbe una biblioteca, anzi potremmo lanciare un'idea, Mark.
      Ogni treno dorrebbe essere provvisto non solo di bar, servizi, vagone ristorante, ma di una biblioteca.
      Sarebbe sicuramente un business:(
      Ciao!
      Lara

      Elimina
  3. Ho fatto viaggi da 1500 km in treno leggendo interi libri..Se nevicasse, però passerei il tempo a guardare la neve..non mi accorgerei nemmeno di morire congelato...

    RispondiElimina
  4. Io ormai mi porto sempre dietro il mio mini-palmare con musica e ebook, soprattutto quando devo andare dal dottore o in qualunque altro contesto che implica mezz'ora di attesa. Sul treno è parecchio che non ci vado :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non esco mai senza lettore ereader, ce l'ho sempre nel tascapane. Non riuscirei più a fare una semplice fila di pochi minuti senza leggere qualcosa, sarebbe impossibile far passare il tempo.

      Elimina
  5. In treno sotto la neve è sempre romantico da una sensazione fuori dal mondo, naturalmente sperando che il riscaldamento funzioni sempre.
    Buona giornata caro Mark.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che il treno arrivi puntuale, ma già che arrivi sembra esser un successo.

      Elimina
  6. sotto la neve la rossa non sfreccia :) io vorrei proprio vederli fare la tav. davvero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo commento era finito in spam....colpa della tav ;-)

      Elimina
  7. Io sono una che si incanta a guardare la neve e il paesaggio. In altri frangenti: Libri e riviste e...un mini Kit di sopravvivenza. Lo porto sempre con me:)

    RispondiElimina
  8. Bisognerebbe sempre avere qualcosa di sensazionale da leggere. Punto. :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido, ma preferisco le temperature tiepide ;-)

      Elimina
  9. d'accordo con Zio Scriba...

    RispondiElimina
  10. Bisognerebbe avere i treni che funzionano e sono puliti. Durante la naja mi capitava di prendere dei treni austriaci e il confronto con i treni italiani (e parlo di intercity, non di traffico locale) era imbarazzante. Risalendo, bisognerebbe che lo Stato e il Parastato italiani non fossero concepiti apposta per fallire in qualsiasi cosa facciano, in modo da diventare dei buchi neri che ingoiano assunzioni e finanziamenti.

    Nota di colore: in compenso in Italia abbiamo fatto un'arte di essere forti coi deboli e deboli coi forti, per cui i vagoni sono delle fogne e va bene cosi ma se io militare in divisa, di ritorno dall'ospedale militare, dimentico di obliterare il biglietto, biglietto tra l'altro che indica andata e ritorno caserma-ospedale, il solerte controllore mi multa senza sentire ragioni. Vale un po' per tutto, il cittadino-servo deve scattare a comando e guai se sgarra, chi detiene il potere, Stato, Parastato e anche aziende "amichette" (vedi alla voce autostrade, telefoniche, ecc) non ha nessun obbligo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi c'è una sola strada, rimodulare, rifare, ricostruiri...rivoluzione!!!

      Elimina
  11. pensa a quei poveracci bloccati per sette ore!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi immedesimo, ma una volta in autostrada per fare 200 km ci ho messo 16 ore potrebbe esser un inizio.

      Elimina
  12. ... ma i treni che in altri paesi, nonostante la neve (quella vera), viaggiano lo stesso e arrivano puntuali?

    non sono sempre treni?

    non sono sempre rotaie?


    e questi nostri treni, che pure quando non nevica cadono a pezzi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i dirigenti si dirigono tra di loro mentre un alto dirigente decide il dafarsi, tutti insieme aspettano e si affidano ad una commissione di urgenza che decise urgentemente ciò che devono fare le dirigenze. Chiaro?

      Elimina
  13. Cosa c'e' nel kit di sopravvivenza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio, bottiglietta d'acqua, frutta, panino, e cioccolatini :-)

      Elimina
  14. Beh,qualche libro al seguito,sempre,ma ore sotto il gelo sono un'altra cosa e forse non mi andrebbe neanche di leggere.
    Forse darei fuoco a qualche carrozza,per scaldarmi.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che in molti darebbero alle fiamme i convogli.

      Elimina
  15. bendelan, aulin e mi vergogno ad aggiungere altro...ahahah

    RispondiElimina
  16. anche in casa, se mettere piede fuori dalla porta diventa pericoloso

    RispondiElimina

La critica è ben accetta perchè aiuta questo spazio nella crescita e nella trasformazione